mercoledì, gennaio 02, 2008

Dicembre 2007. Il meglio



Dicembre dedicato a rari e sporadici ascolti.
Segnalo solo

DOME LA MUERTE & The DIGGERS , piccolo gioiello di puro rock n roll (incluse tre fulminanti covers di Gun Club, Yardbirds e John Lennon).
Da avere !
SUBSONICA "L'eclissi"
Non mi piacciono ma l'album è fatto veramente molto bene ed è anche "coraggioso" per una band che scala le classifiche
LA ZURDA "Para viajar"
Sono argenitini e mischiano Mano Negra, Manu Chao e i Clash "sandisnisti". Coinvolgente. Patchanka
THE LAST KILLERS "3 bombs over Berlin"
Altro gioiello targato Area Pirata. Garage beat con echi Crampsiani e Fuzztones e alcune gemme stupende (la cover di "Teenage kicks" degli Undertones ad esempio)
MILES DAVIS "On the corner"
Recentemente ristampato in un box con inediti a profusione, l'originale rimane un capolavoro che precedeva di anni il funk punk di Wire, Pere Ubu, Bush Tetras o i Talking Heads di "Remain in light". Album pazzesco (scoperto solo ora)

LETTO

"Romagna nostra" di GIORDANO SANGIORGI
Bellissimo viaggio nella Romagna musicale da Raoul Casadei a Lemeleagre

VISTO
Censurato Luttazzi e finito Zelig, un pacco di film più o meno carini

°°°°°°°°°°°°°°°
COSE & SUONI
** FINITO l'album di Lilith and the Sinnersaints (esce a gennaio, a febbraio parte il tour e in aprile si dovrebbe andare in Cina)
** A febbario 45 della Tony Face Big Roll Band su Hammond Beat
** Fuori il bassista dalla band, si va avanti in quattro
**www.myspace.com/tonyfacedrummer
** www.lilithandthesinnersaints.com
°°°°°°
SPORT
* Disastroso Cagliari,mediocre Piace
* RadioCoop continua ai vertici della C1 di Basket !!!

°°°°°°°
IN CANTIERE

* Lilith and the Sinnersaints, "The black lady and the Sinneraints" in uscita a breve
* Il 29 febbraio il singolo in vinile della Tony Face Big Roll Band su Hammond Beat
* Il 16 febbraio a Savona (da definire) per il libro con TV Smith degli Adverts

30 commenti:

  1. ma da quale band il bassista e' stato epurato?

    RispondiElimina
  2. da Lilith and the Sinnersaints.
    Ma si è epurato da solo con un atto di contrizione...e va bè, così dividiamo i 50 euro di guadagno a concerto in quattro invece che in cinque....

    RispondiElimina
  3. Scusa Tony,ma adesso siamo scesi a 50 euro??
    Sapevo che i concerti stavano andando sempre più in malora,ma non pensavo fino a questo punto...negli anni 80 non era certo una pacchia(come i decenni prima)ma io non ricordo di avr mai suonato a meno di trecentomila...adesso (dopo oltre vent'anni) che un gruppo con la vostra storia e la vostra esperienza venga trattato a questi livelli a me sembra VERGOGNOSO,non so cosa ne pensino altri amici ma sai che io quel che penso lo voglio dire...è una vergogna!

    RispondiElimina
  4. Intendevo che di solito si gira sui 400/500 euro se va bene...e tolti benzina, autostrada, i costi delle locandine, la sala prove etc etc una palla e l'altra rimane ben poco da dividere alla fine.

    Diciamo che non ne vale assolutamente la pena, ma se ci mettiamo a fare i conti su queste cose allora non avremmo mai fatto un concerto.

    Tra l'altro sta prendendo sempre più piedi l'opzione "anglo/americana" , ovvero il locale non ti da nulla , se non il totale di quello che la gente paga, con un ingresso di 5/10 euro (detratto magari di una piccola percentuale).
    Ovvero: fai 10 persone ? Sono 50 euro, ne fai 100, sono 500, ne fai 1.000 eccoti 5.000 euro.

    D'altra parte diceva un tizio su un forum:
    se vai a giocare a calcetto per divertirti, paghi l'affitto del campo, ti diverti e ti tieni in forma.
    Mica è il proprietario del campetto che paga te !!!

    RispondiElimina
  5. ma senza basso come fate?

    RispondiElimina
  6. OK,messo su questo piano va tutto bene,nessun gruppo più o meno indipendente si è mai mosso al di fuori del puro diletto...quello che mi smuove è comunque il fatto che a certi idioti che vanno in televisione a far nulla vengano date notevoli cifre e che basta aver fatto un reality del caz per girare tutti i locali d'Italia e farsi una caterba di soldi,ma questa è storia vecchia che riguarda tutto il nostro sistema di vita,purtroppo...e poi hanno pure il coraggio di parlare di meritocrazia.

    RispondiElimina
  7. Non abbiamo più un bassista ma abbiamo due chitarristi che si alternano tra chitarre, chitarre acustiche e basso.
    E la cosa funziona dadio

    Per Ursus.
    Il problema è che il "rock italiano indipendente" compie quest'anno 28 anni e siamo ancora a questi livelli....
    ovvero, tolti una decina di nomi nessuno ce l'ha fatta
    E chi ce l'ha fatta (Subsonica, Afterhours, MCR, Marlene Kuntz, Litfiba etc) ce l'ha fatta in Italia.
    Appena si esce da Trieste o da Ventimiglia le bands italiane sono pressochè sconosciute (con l'esclusione dei metal pop Lacuna Coil e della scena disco dance).

    Siamo rimasti al mercatino della frutta.
    Poche copie vendute, concerti malpagati, poco pubblico, disinteresse totale, un mercato da due spiccioli.
    E il tutto dopo VENTOTTO anni !!!
    Ovvero ormai non c'è più speranza.

    Siamo un popolo (con l'esclusione di poche migliaia - 50.000 ? - di appassionati) di Pausini e Ramazzotti che al massimo arriva a Vasco e al Liga ma che di di fronte ad un normalissimo Paul Weller o agli Who o agli Stones (gente in giro da 45 anni) ancora storce il naso perchè "troppo rock" o "un po' estremi".

    E allora ci meritiamo le serate che fanno Jerry Calà e Umberto Smaila e le cover bands dei Kiss

    RispondiElimina
  8. facciamo una cover band dei sinnersaints allora!!
    C

    RispondiElimina
  9. Sottoscrivo pienamente le analisi dei due "nonni" Tony e Ursus,la situazione del rock italiano è sempre più scesa in basso
    Joe

    RispondiElimina
  10. CAPITTTTOOOOO?????

    RispondiElimina
  11. E notare che anche a Trieste non e' che arrivi tutto sto ben di dio... Non so a Ventimiglia.. Buon anno a tutti...

    RispondiElimina
  12. Tony a proposito di cover di Teenage Kicks, perche non fare una classifica delle cover? Butto li eh...

    RispondiElimina
  13. buona idea matteo...a breve un classificone di cose varie

    tony

    RispondiElimina
  14. una classifica del tipo rest of the best... cmq confermo che a Trieste non arriva sto granchè... anzi... cheers
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  15. Ottima idea le cover..ce ne' ce ne'.. oppure momenti topici del rockandroll, tipo Chas Chandler che vede Hendrix o altro.
    E migliori assoli? (di tutti gli strumenti)..
    poi ci sarebbero i peggio, pero' ogni tanto ne son gia venuti fuori (pelu maroccolo sting etc etc)
    C

    RispondiElimina
  16. Allora: SONDAGGIO.

    Cosa metto nel best of the rest ?
    avevo già alcune voci:

    -- I nomi più particolari e strani delle rock bands
    --I capolavori che nessuno oserebbe maai definire taali (ma che per me lo sono...qualcuno direbbe che "Empty glass " di Pete townshend è un capolavoro ? Io si)
    -- Le migliori covers
    --C'è chi ha suggerito le migliori coppie di chitarristi
    -- I migliori assoli ok ci sta...

    IL PEGGIO
    e qui c'è da sbizzarrirsi, ma il timore è che al peggio non ci sia mai fine...dai Pooh ai Finley, da Vasco al Liga, non c'è storia)
    SUGGERITE, SUGGERITE

    RispondiElimina
  17. Per i migliori uomini del blog la competizione decade subito:Ursusdursus ci sbaraglia tutti. oh yeah!

    RispondiElimina
  18. Si possono anche fare tutti, mica abbiamo fretta no?
    poi nel frattemp chissa quante altre ideee tiriamo fuori noi toyfaceblogghisti creativi
    C

    RispondiElimina
  19. a proposito di pooh, il peggio del peggio.. sono rimasto sconvolto, qualche settimana fa, quando in locale in cui fanno il karaoke, nella lista delle canzoni ho trovato un quantitativo di canzoni dei pooh circa triplo rispetto alle canzoni dei beatles, e ce n'erano ancora meno degli stones.. tristess.. però c'erano my girl e our house dei madness..
    Marco MODS Trieste
    ps: perchè non un meglio delle apparizioni tv di gruppi mod, o migliori video??? cheers

    RispondiElimina
  20. Ringrazio per il titolo di miglior uomo (troppo buoni) ma vi siete dimenticati LE MIGLIORI COPERTINE:quella era un'ottima idea (bravo Joe!)e io non la tralascerei,ecco...

    RispondiElimina
  21. Sulla musica indipendente: anche noi Peluqueri abbiamo un cachet di 400 euro (siamo in SEI!) ma ne portiamo a casa quasi sempre 300. cioè i 50 euro a testa... Se si esce di provincia, tra autostrada e benza si scende paurosamente... Ma, come si dice, per suonare questo ed altro! Che tristezza.
    A questo proposito... propongo la classifica delle migliori indie band italiane (conditio sine qua non: mai firmato con una etichetta major)

    RispondiElimina
  22. AHHH,allora qui sorge un conflitto di interesse e io non mi pronuncio...ma dove si possono ascoltare i Peluqueri??Sito?Blog?
    Le madri della psicanalisi mi piacevano,c'è altre cose ascoltabili in giro?Grazie,Joyello!

    RispondiElimina
  23. URSUS, beh... Per ascoltare qualche pezzo di Peluqueria Hernandez c'è la pagina MySpace:

    http://www.myspace.com/peluqueriahernandez

    C'è anche "X o Dos" che presto potrai ascoltare anche nella versione "vocale" della grande Lilith.
    :-)

    RispondiElimina
  24. Un tuffo vertiginoso nelle atmosfere dance-party dei primi '60es!!
    Molto molto bravi,complimenti.

    RispondiElimina
  25. Grazie Ursus. Detto da te c'è di che andarne fieri...:)

    RispondiElimina
  26. Non c'è di che,anche se visto come girano le cose nel mercato discografico è inutile che vi faccia gli auguri,l'importante è che ci si continui a divertire:almeno quello ve lo auguro col cuore.

    RispondiElimina
  27. Certo, Ursus... come ben sai il "divertimento" è l'unica benzina per un motore come la musica indipendente (in Italia).
    E poi, francamente, non abbiamo più l'età per permetterci velleità di qualsivoglia tipo.
    :-)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails