lunedì, novembre 12, 2007

Stato di polizia ?

E' morto un ragazzo.
Ucciso da una pallottola di un poliziotto.

Perchè il poliziotto non è ancora indagato ?
Perchè la polizia ha fatto una conferenza stampa in cui ai giornalisti non era consentito fare domande ?
Perchè si incomincia a parlare di colpo accidentale, colpo deviato, spari in aria ?
Perchè la consueta opera d'insabbiamento è già incominciata ?
Prudenza di Marco Dal Piazza, capo della polizia di Arezzo : «E' presto anche per fare ipotesi»
Amato: «E' stato un tragico errore»

Capo polizia: «Ci prenderemo le nostre colpe»
«Senza reticenze forniremo la massima collaborazione alla magistratura per l'accertamento dei fatti»

OK, ora lo ESIGIAMO

In conclusione, prima di ogni altra cosa: è morto un ragazzo.

16 commenti:

  1. Concordo in pieno, Tony!

    Come puoi vedere (leggere) anche dal mio post odierno sul mio blog:
    http://robertocalabro.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. hai ragione.
    ma soprattutto: COSA FANNO I GIORNALISTI?
    STRUMENTALIZZATI O STRUMENTI?
    cazzo....

    RispondiElimina
  3. Credo che i giornalisti continueranno a fare lo stesso sciacallaggio che fanno anche i politici,che di questa situazione di ordine pubblico,sia che riguardi i rom o gli ultrà o quant'altro,si stanno riempiendo la bocca...temo per un solo motivo:è già iniziata la campagna elettorale,con il governo sempre in bilico e l'opposizione che già canta vittoria ma che al tempo stesso ha paura di Veltroni,che infatti viene costantemente attaccato in quanto sindaco di Roma.
    E' morto un ragazzo:e questa è una tragedia insensata,sia per la famiglia che per la società intera,ma questi avvoltoi si nutrono anche dei morti,pur di imbastire una speculazione politica.URSUS

    RispondiElimina
  4. CERTI giornalisti ben prezzolati sono strumenti precisi per depistare e stravolgere i fatti.

    ALTRI sono inconsapevoli strumenti, che ripetono la velina di turno.

    In questo caso MI SEMBRA che sia partito il martellante ritornello che "si è trattato di un incidente" (come ben ricorda Roberto Calabrò sul suo blog è una storia già vista al G8)

    Alla fine il colpevole sarà il povero ragazzo per essersi trovatoi sulla traiettoria del proiettili, sparato casualmente, rimbalzato per caso e finito accidentalmente nel suo collo.

    RICOIRDIAMOCI CHE FINO A IERI SERA IL CAPO DELLA POLIZIA DI AREZZO DICEVA CHE NON SI ERA SICURI DI CHI AVESSE SPARATO (anche stamane qualcuno ribadiva che non erano stati ancora trovati i bossoli....)

    SE NON E' DEPISTAGGIO QUESTO----

    RispondiElimina
  5. Al di la' del dolore e del solito senso di tragedia, mi sale l'ennesimo disgusto. quello di chi sa gia benissimo che, come ipotizza Tony, che nessuno avra' la colpa, che assisteremo al''ennesimo rivoltante depistaggio, al fantascientifico corteo delle ipotesi piu' improbabili x far "quadrare le cose"..
    Qualcuno puo' spiegarmi come un colpo sparato in aria possa colpire il collo di una persona? stava cadendo a terra? calcinaccio? piccione viaggiatore nella traiettoria?
    e non c'e' proprio niente da ridere..
    C

    RispondiElimina
  6. penso che tutto questo sia vergognoso, il tirare fuori una pistola per una rissa, ad esempio, ma tra le altre cosa stupisce (ma in realtà neanche tanto) che il nome del ragazzo si sia saputo in un'ora soltanto, ed il nome del poliziotto rimane censurato..
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  7. Vengono date le pistole in mano a gente che non ne capisce nulla,ed ora assisteremo al solito teatrino di scaricabarili e di politici di merda che ci sguazzano
    Joe

    RispondiElimina
  8. se Amato ha detto che si fara' tutto il possibile, allora si fara' tutto il possibile. punto. E basta.

    Occhio che siamo al Baciccia con spranghe e cani da combattimento (pogo argentino e bulldog francese).

    Un abbraccio,
    be cool, stay in school

    Minipunk Pc

    RispondiElimina
  9. Bè è vero, se Amato ha detto DAVVERO questo, chiedo scusa e sono sicuro che tutto si risolverà per il meglio.

    Ok allora ci si vede al Baciccia.
    Il mio cane si chiama Rocky (e già c'è dentro tutto) ed è un incrocio tra un pastore tedesco e un rottweiler.
    Niente spranghe, le mie mani sono registrate all' FBI come arma letale.

    Ultrapunk Gragnano

    RispondiElimina
  10. Era ora!
    Quando il gioco si fa duro..
    Posso liberare RobyCheGuevara finalmente.
    Non e' un cane, ma un uomo.
    olo che lo libero solo una o due volte all'anno.

    MEGAPUNK sez. "Gheddafi"

    RispondiElimina
  11. E così sia !
    Al Baciccia. A mani nude i oe Rocky contro RobyChe Guevara e i cani da combattimento

    UltraStratoPunk Gragnano sezione Pol Pot

    RispondiElimina
  12. Ci saremo anche NOI.
    E mo so' cazzi.

    Antistato Sez.N TOGLIATTIGRAD

    RispondiElimina
  13. era MauryCheGuevara

    RispondiElimina
  14. Ok il poliziotto ha sbagliato... ma quello che non riesco proprio a capire è il voler far passare per un "bravo" ragazzo un delinquente come Giuliani o quello che è morto domenica.
    Se qualcuno ieri sera ha visto la trasmissione di Santoro (non venitemi a direi che è schierato a destra) ha intervistato un'ospite che ha spiegato per bene i fatti...
    2 macchine di laziali, tutti resi irriconoscibili da sciarpe e cuffie ed armati di coltelli, mazze e catene, hanno atteso e assalito 3 tifosi juventini...
    I poliziotti erano impegnati a verbalizzare un perquisizione di personaggi molto vicini ai centri sociali (che strano, sempre loro fanno casino) e hanno acceso le sirene...
    Gli juventini sono saliti in macchina per scappare... Mentre scappavano la macchina è stata presa a manganellate e sassate da questi delinquenti laziali...
    Il poliziotto ha sparato e fatto fuori questo laziale...
    Durante la perquisizione nelle tasche del ragazzo hanno trovato 2 sassi...

    La cosa che mi urta veramente è che durante le varie interviste sui giornali e tg, questi delinquenti vengono definiti come bravi ragazzi, dediti alla famiglia e al lavoro e altre stupidaggini del genere...
    Perchè non dicono che era un teppista? Cosa ci faceva con dei sassi in tasca? I suoi amici cosa ci facevano con spranghe, catene e bastoni? Io e i miei amici non abbiamo mai girato incappucciati e armati... Siamo gente anormale?
    Se questi vengono definiti "bravi ragazzi", uno per essere definito delinquente deve commettere almeno un omicidio o uno stupro???

    RispondiElimina
  15. In parte comprendo anche le considerazioni fatte dall'anonimo(a proposito:perchè per esprimere delle opinioni diverse non ci si firma mai?Che c'è?Ti mangiamo??)perchè sulle questioni di Giuliani e di altri episodi del genere anche io mi sono spesso "scontrato"(verbalmente per fortuna) con gente dei centri sociali(su cui non sono mai stato tenero neppure in questo blog!)ed anche io ritengo che voler creare sempre dei martiri o delle vittime assolute della "repressione",con i manifestini che raffigurano sempre il poliziotto cattivo con manganello ecc...è controproducente e stupido,perchè gli sbagli e gli errori madornali andrebbero sempre condannati,anche(direi SOPRATUTTO)quando li fanno quelli che dovrebbero stare dalla parte dei deboli,degli emarginati ecc...(spesso invece sono pure di estrazione benestante,tra l'altro)io personalmente ritengo che assaltare le camionette con un idrante o le caserme con le molotov sia una stronzata enorme,che va tutto a discapito delle vere lotte:quelle che si fanno nel sociale,a contatto con studenti e operai e che non sono lo sfogo inutile di una rabbia comprensibile ma che non porta da nessuna parte...per cui se non sono un grande sostenitore della polizia(che però,come diceva Pasolini, è figlia della povera gente)non sono neanche un difensore di chi spacca le vetrine o commette azioni provocatorie senza senso,dando modo così ai benpensanti di fare di tutta un'erba un fascio,confondendo Black bloc con manifestanti veri o teppisti da stadio con chi ama lo sport e basta...la stessa cosa successe molti anni fa,quando un intero movimento creativo e culturale venne criminalizzato e buttato in mezzo alla spazzatura terrorista e dei cosidetti "anni di piombo"(l'ho scritto anche su POPARTX)per cui mi piacerebbe che si discutesse tranquillamente di certi argomenti,senza per questo venir tacciati di "fascisti"(come hanno detto a me)o anche peggio,sarebbe bello che una volta tanto dagli errori si imparasse qualcosa,invece che continuare a fare minkiate.URSUS

    RispondiElimina
  16. E comunque deve sempre restare chiaro che spaccare tutto e rischiare la pelle per una partita di calcio è una cosa assurda,da immaturi e ignoranti e che nulla giustifica certi atti di vandalismo,sono d'accordo.
    Joe

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails