lunedì, febbraio 05, 2007

Mentalità ultras

POCHE IDEE MA CONFUSE

Io vorrei che le forze dell'ordine fossero impegnate per la tutela e la sicurezza del cittadino (che provvede a pagare loro un misero stipendio) e che evitassero di massacrare di botte la gente per motivi politici (G8 a Genova, sgomberi di CSOA vari), ecologici (TAV), sociali (botte agli operai, sgombri di abusivi etc).

Vorrei che le forze dell'ordine non dovessero andare a farsi massacrare per due soldi da delinquenti che si nascondono dietro la nomea di "ultrà".

Vorrei che gli ultras impegnassero il loro tempo per questioni di rilevanza sociale, invece di riempire gli stadi di svastiche, razzismo, inni a Stalin, Hitler o Mussolini, evitando di SERVIRE, di essere PEDINE per i giochi dei potenti (si chiamino Moratti, Berlusconi, Zamparini, Cairo, Cellino ,Sensi, Lotito, TUTTI POTENTI SONO.
Gente a cui del calcio non frega un cazzo di niente e che lo usano per le plus valenze, scarico di tasse, riciclaggio danaro etc etc etc - PER NON PARLARE DEI GIOCATORI).

Due ultime considerazioni:
UNO
la smettano i politici, giornalisti e loro degni compari di invocare "lo stop al calcio per un anno o a tempo indeterminato".
Le migliaia di persone che lavorano nel calcio (e non parlo dei super pagati, ma dei custodi, magazzinieri etc etc etc) le pagano loro ??
Schifosa demagogìa.
DUE
In ogni TG e giornale si sottolinea continuamente che tra gli arrestati ci sono anche " figli di medici, poliziotti, della medio borghesia"
PERCHE' ?
SOLO I POVERI O I SOTTOPROLETARI (eh si, esistono ancora, che lo si voglia o no) SONO VIOLENTI ?



18 commenti:

  1. sono l'ignoranza, l'incompetenza, la superficialità che portano queste primizie. ignoranza nel senso più ampio del termine:
    ignoranti i presidenti, ignoranti i giornalisti, ignoranti i dirigenti di polizia,ignoranti i celerini, ignoranti i sindaci, i prefetti, i commissari della FiGC, ignoranti i tifosi, gli arbitri, i calciatori, i guardalinee, i medici sportivi, gli avvocati delle società, gli sponsor, i procuratori.
    ignoranti completi, che stanno dove stanno per smania di potere e basta, senza alcun titolo nè tantomeno merito.
    tutto si è adeguato alla sfera politica, dove più sei stronzo più strada fai, garantito al limone.
    invece per fare i mestieri sopra elencati bisogna sapere:
    -l'italiano e l'inglese
    -far di conto
    -prendere decisioni (a volte drastiche)
    -dire la verità sempre (e lasciare il "tutto è opinabile" ai politici.
    -avere cognizione e buonsenso.
    -essere gente integra moralmente.

    e per fare i tifosi ci vuole quello che normalmente ci vuole per stare al mondo, null'altro-ma che è già merce rara e in via d'esaurimento.

    RispondiElimina
  2. GERARCA CATENACCI DI PREDAPPIO5 febbraio 2007 12:30

    ......Tonino Caro,Compagnoski caro,tutto cio'non sarebbe accaduto se mi avessero dato retta e mi avessero eletto presidente della FIGC......

    RispondiElimina
  3. Caro Catenacci, quando c'era LUI, vincevamo due Mondiali di fila e chiunque non tifasse GIUSTO, veniva spedito dove sappiamo.
    Poche balle, ai tempi....

    RispondiElimina
  4. ECCO !!

    Marotta (Samp): 'Lo stop costa 6 milioni di euro a giornata'

    RispondiElimina
  5. Mi chiedo come mai per il dirigente di terza categoria Ermanno Licursi, 40 anni, dirigente della Sammartinese, morto sabato scorso non si è fermato il campionato?E specialmente se una guardia uccide un giovane in una manifestazione la colpa non è mai del carabiniere che ha sparato ma del giovane che con il lancio di un estintore "ha messo a repentaglio la vita" di quattro carabinieri in una camionetta.Adesso vedrete che tiro a bersaglio ci sarà sul mondo ultras sicuramente nessuno mai dirà che i poliziotti caricavano e che il lancio della bomba carta potrebbe essere un atto di difesa (come fu detto dalle solite istuzioni per Placanica con Carlo Giuliani).C'è da aggiungere anche che un colpo di pistola uccide quasi sempre se puntata alla testa, una bomba carta nasce con altre finalità o un masso non ha la stessa entità di un corpo d'arma da fuoco;forse fra venti o trent'anni il Kossiga della situazione ammetterà di aver sbagliato con la troppa repressione(vedi le ultime esternazioni del "nostro"ex capo di stato riguardo i fatti di Giorgiana Masi e di tutti gli altri compagni uccisi dalle forze "dell'ordine" nella stagioni del'68 e del '77)e si giustificherà dicendo che era necessario continuando a sbeffeggiare i familiari e la memoria delle vittime.Al giorno d'oggi le morti bianche sul lavoro non fanno notizia,tutti vogliono il mostro in prima pagina per alimentare e sovvenzionare spettacoli mediatici penosi tipo porta a porta(ancora va avanti con il delitto di Cogne)e sicuramente chi sta dall'altra parte della barricata conta sempre meno di un uomo in divisa purtroppo neanche di fronte la morte(Pippo Baudo che si indigna perchè il Papa non ne parla nell'angelus mi fa innorridire).L'italiano medio quello della maggioranza silenziosa,quello dei vent'anni di fascismo e dei cinquanta di democrazia cristiana(che diventano quasi sessanta se si aggiungono i passati governi Berlusconi),proiettato in una società sempre più america dipendente sia da destra che da "sinistra"(vedi Vicenza),vuole proprio questo.Ho scelto da sempre di far parte di una minoranza che non è mai stata in silenzio...ed io non ho pietà,pur rispettando la morte che per me non ha colore e divise!

    Saluti

    Carlo

    DTX Mods San Lorenzo

    RispondiElimina
  6. Personalmente distinguo NETTAMENTE gli scontri per motivi politico/ideologici da quelli per motivi calcistici.
    Gli uni hanno un valore, gli altri NESSUNO.

    Chi si batte a rischio della vita o comunque della propria incolumità per difendere un'idea ha tutto il mio rispetto.

    Chi lo fa per una fede calcistica (RIPETO: asservita agli interessi per lo più SPORCHI di potenti a cui del calcio gliene frega meno di un cazzo), per quanto mi riguarda, fa una enorme stronzata.

    NON si combatte il "potere" e il "sistema" da una curva, non si cambia la società in quel modo.
    Le energie e il tempo gettate in una curva o dietro uno striscione possono essere coinvogliate in bel altre iniziative per rendere questa società migliore, o senonaltro un po' meno peggio.

    RispondiElimina
  7. E' così,difatti...FERMATE IL MONDO,VOGLIO SCENDERE! (oltretutto è il titolo di un film psichedelico di fine 60 nientemeno che con Lando Buzzanca,ve lo consiglio!)capisco lo sfogo dei DTX di S.Lorenzo,si sa bene che la tivù e i mezzi di rincoglionimento di massa sono maestri nello sciacallaggio e nella spettacolarizzazione delle morte(morte che non è solo fisica,ma è anche morte morale e culturale di una civiltà)ma nulla giustifica gli atti di stpidità e stronzaggine delle frange teppistiche,le quali sono ben lontane dall'essere anti-sistema ma,anzi,di questo sistema si nutrono e ne fanno la manovalanza...a chiunque sorge una domanda banalissima,a questo punto,dove sta ormai lo sport?E' solo un gioco?O ci stanno pigliando di nuovo per il culo?Ascoltate le dichiarazione di Matarrese,degne di Totò Riina e soci! URSUS

    RispondiElimina
  8. Minchia Ursus,veramente..sentivo alla radio e non capivo se era uno scherzo..pazzesco
    Cristiano

    RispondiElimina
  9. ma qualcuno di voi lo sa che molto spesso gli scontri da parte degli ultras "delinquenti" iniziano solo per difendersi dalle cariche della celere?...avete mai visto lo sguardo di un celerino iniettato di sangue imporbiato duro che picchia una signora di 40 anni o una ragazza?lo sapevate di ragazzi in come per colpa della celere?di ragazzi morti per colpa della celere?di ragazzi in carrozzella per colpa della celere?

    RispondiElimina
  10. Lo sappiamo, caro "anonimo".

    RIPETO: non sono mai stato tenero, nè lo sono adesso, nei confronti delle "forze dell'ordine" (tra virgolette)e so bene da che parte partono spesso le provocazioni e le violenze (e certi sguardi li ho visti in altre circostanze e situazioni.

    Il problema per me sta a monte, nell'investire, da parte di questi ragazzi, queste energie non per menarsi o insultarsi con altri ragazzi (e il tutto, RIPETO, facendo gli interessi dei POTENTI di turno) ma per altre cose più nobili e produttive per la nostra società.

    Il disagio sociale e giovanile non si cura in curva, SECONDO ME.

    E' qualunquismo e populismo, lo so, ma

    RispondiElimina
  11. ....my god, allucinante:)...ma avete sentito cosa ha dichiarato el Matarrese??....da mesi mi chiedevo ,..ma chi cavolo l'ha rimesso in gioco quella faccia da notabile democristiano??....BASTAAAAAA con tutte queste facce,..e hanno il coraggio di parlare di Seconda Repubblica?...se la 2nda Repubblica è la santanchè,..molto meglio stare sotto Metternich o i Comuni Medievali ... e che cavolo! :)

    RispondiElimina
  12. qui a trieste, allo stadio Nereo Rocco, la curva di casa è intitolata a stefano Furlan, ventenne entrato in coma e poi morto a causa di una manganellata in testa a fine anni 80. ma questo, sulla gazzetta dello sport, che ha dedicato una pagina intera alle foto dei morti per partite di calcio, questo non c'era scritto. per questo, allo stadio si canta sempre "trieste, la curva, non ha dimenticato, stefano furlan, ucciso dallo stato".
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  13. Sono d'accordo con Tony e non trovo questa posizione ne qualunquista ne populista.
    Do' anch'io un valore ed un peso differente a due forme di REAZIONE che HANNO scopi ed obiettivi DIVERSI.
    Cristiano

    RispondiElimina
  14. Poche idee ma confuse...

    Cobolli Gigli: "Giocare subito, anche a porte chiuse"
    Livorno Spinelli: "Giocare subito ma non a porte chiuse"
    Roma Rosella Sensi: "Porte chiuse sacrificio necessario"
    Zamparini: "Chiederò dimissioni Matarrese"
    Moratti: "Serve un patto tra calcio e governo"
    Amato: "Non si gioca negli stadi non a norma"
    Maldini: 'per me si può giocare anche subito'
    Di Pietro 'Stop al campionato per tutta la stagione'
    La rabbia ultrà:'Così peggioreranno le cose'

    MA COMUNQUE DOMENICA SI GIOCA E FANCULO

    RispondiElimina
  15. Ci facessero concerti negli stadi: splendidi, meravigliosi concerti.
    Sono sicuro che troverebbero di che vivere coloro che nel mondo del calcio ci lavorano senza per questo guadagnare milioni di euro.
    Niente concerti perche' non conviene? rimane sempre l'opzione parcheggi: tutte le citta'italiane ne hanno un gran bisogno.

    RispondiElimina
  16. bellissima la serie di dichiarazioni "confuse"..come volevasi dimostrare.
    Intanto domenica si gioca.
    Punto.
    E a capo.
    Niet.
    Cristiano

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails