venerdì, settembre 22, 2006

The Ruts


Una delle migliori punk rock bands della storia , autori di un solo album e di una manciata di singoli assolutamente indimenticabili.
Vissero un paio di anni , il tempo di marchiare a fuoco con il loro punk spesso e volentieri macchiato di reggae e dub un'epoca.
La morte per overdose del vocalist Malcom Owen nel luglio del 1980 ne decretò la prematura fine.
La band proseguì con il nome di Ruts DC realizzando due ottimi album , più rock e meno impetuosi.

Musicisti eccellenti , testi caustici e cattivi ma allo stesso tempo romantici e introspettivi , brani in cui la violenza e la potenz apunk si è sempre mischiata con un gusto eccelso per la melodia 60's.

Discografia

"In a rut" / "H-Eyes" (1979) 45
L'esordio con due brani duri , rocciosi , cattivi. Grazie alla spinta di John Peel vendette 20.000 copie.
Il lato B è , ironicamente , una canzone contro l'eroina che porterà via Malcom un anno dopo.

"Babylon's burning" / "Society" (1979) 45
Uno dei quattro o conique classici del punk rock.
Riff indimenticabile , brano immortale. Entrò nella top ten
La B side è un brano proto hardcore da paura

"Something that I said" / "Give youth a chance" (1979) 45
Altro brano assolutamente eccellente , pop punk da antologia con un 'esecuzione tecnica e un arrangiamento avanti secoli rispetto a tutte le altre punk band dell'epoca.
La B side è la prima escursione in ambito reggae.

"The crack" (1979) LP
Un grande album che anticipava il melting pot sonoro che di lì a poco i Clash avrebbero portato al successo con "London calling" e poi "Sandinista" .
A fianco di anthems punk come "Babylon's burning" , "Out of order" , "It was cold" , l'esplosiva "Savage circle" , la grandissima "You're just a .." , la cattiva dub punk song di "SUS" , il reggae di "Jah war" , il punk rock quasi glam di "Backbitter" , l'hardcore di "Criminal mind2.
Capolavoro

"Jah War" / "I ain't sophisticaed" (1979) 45 e 12"
Reggae punk al 100% , dilatato in dub nel 12".
Sul retro uno dei primi brani composti , puro punk rock .

"Staring at the rude boys" / "Love in vain" (1980) 45
Uno dei loro migliori brani dove influenze reggae-dub si miscelano alla perfezione con un brano di punk evoluto , con un eccellente melodie e la voce di Malcom a fare faville.
La B Side è un lover reggae con una languida armonica , un basso dub e un refrain indimenticabile.

"West one (Shine on me)" / "The crack" (1980) 45
Singolo postumo . Il loro brano migliore in assoluto , una delle canzoni che più amo nella storia della musica.
Brano commovente in cui confluiscono mille emozioni sonore , dal ritmo reggae punk , veloce , serrato , alla melodia quasi beatlesiana del ritornello , mentre nel ritornello la voce di Malcom è minacciosa.
Poesia punk. Ancora reggae nella B side.

"Grin and bear it" (1980) LP
Una specie di compilation finale che raccoglie i singoli con alcune B side , rarità , inediti in studio.
Indispensabile per chi non ha i singoli.
Alla fine ancora più bello di "The crack"

"Stepping Bondage" / "Lobotomy" / "Rich bitch" 45
45 di scarsa qualità con tre bran iregistrati dalla prima line up della band nel 1977.
Punk rock grezzo ma poco interessante.

John Peel Sessions (1986) 12"
I Ruts registrarono tre John Peel Sessions , tra il 79 e l'80.
Nel 1986 uscì la session registrata il 21 maggio del 1979 con 5 brani già editi ovvero SUS , Society , You're Just A... , It Was Cold , Something That I Said.

Sono usciti anche due album dal vivo "The Ruts Live" e "Live and Loud!!" ma di pessima qualità sonora , più vicini a bootlegs malriusciti.
Gli album sono stati ristampati in CD , ma talvolta con errori grossolani nelle note di copertina.

Successivamente alla morte di Malcom Owen , i superstiti Paul Fox (chitarra), John "Segs" Jennings (basso) e Dave Ruffy (batteria) proseguirono con il saxofonista Gary Barnacle con il nome di RUTS DC con cui realizzarono due ottimi album "Animal now!" e "Rythm collison" nel 1981 e 1982 tra punk , rock , reggae e inflessioni jazz funk.
Nel 1987 con l'aiuto del saxfonista Dave Winthrop (ex-Secret Affair) realizzarono un album reggae funk dub con Mad Professor "Rhythm Collision Dub Vol. 1" .

Paul Fox ha lasciato la musica , John "Segs" Jennings suona con gli Alabama 3 , Dave Ruffy è un ricercato ed apprezzato session man che ha suonato con Sinead O'Connor, Neneh Cherry, Alison Moyet, Adam Ant, Mica Paris, World Party, Waterboys, Aztec Camera. Produce inoltre musica dance e fa il DJ.






6 commenti:

  1. gran band, io purtroppo ho solo "The Crack" in vinile ,..lo comprai attorno al 1986 a sole 4.900 lire (in "offerta" come si diceva allora),..incredibile

    RispondiElimina
  2. che canzone Babylon's burning...

    RispondiElimina
  3. su quello stile ,un altro vecchio vinile che ho ed è molto valido è il primo dei MEMBERS,..poi ho un 45 assurdo di UK punk reggaeggiante di una band chiamata DEFIANT POSE,..lo presi al mitico "Disco d'Oro" di Bo quando avevo 13 anni,..allora là avevano tutti i 45 giri punk immaginabili,..era un vero bazar

    RispondiElimina
  4. ...."OUT IN THE DARKNESS ON MY OWN....
    .....I'M STRANDED HERE WITH NO WAY HOME....SHINE ON ME....
    GRAZIE TONY,QUEST'ARTICOLO CI VOLEVA....UNO DEI MIEI GRUPPI PREFERITI DI SEMPRE....AVEVANO IL SUONO,L'IMMAGINE E L'ATTITUDINE.....DICEVI CHE SEGS SUONA NEGLI ALABAMA 3?SE NON SBAGLIO SONO GLI STESSI DELLA SIGLA DEL SERIAL TELEVISIVO AMERICANO" THE SOPRANOS".......ANIMAL NOW E'INTERESSANTISSIMO COME ALBUM...HO ANCORA TUTTO DI LORO SU VINILE,INCLUSO THE CRACK CON IL POSTER...C I A O FROM LONDON...

    RispondiElimina
  5. uno dei miei PUNTI CARDINALI..
    ..if you're in a rut
    you gotta get out of it out of it out of it out of it out of it..

    Cristiano

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails