lunedì, aprile 30, 2007

Aprile 2007. Il meglio.

Il ( MIO) meglio di aprile 2007

Ascoltato (il meglio)

Arctic Monkeys “Favorite worst nightmare”
(Ottimo album sparato, carico, nervoso, elettrico. Ci sanno fare)

AA.VV. “Let’s Boogaloo vol. 4”
(Non delude mai la serie della RecordKicks tra northern, boogaloo, latin e soul)
Blonde Redhead “23”
(Un gran bell’album con eccellenti songs)


ascoltato anche
Leslie Overdrive (piacevole Hammond sound), Black Rebel Motorcycle Club (buon rock alla vecchia maniera) Dee Dee Bridgewater (afro beat al top. Bello), Mando Diao (un po’ scontati) , Daniele Silvestri (buono) , Charlotte Gainsbourg (alla lunga noioso) , Shitdisco (interessante funkpunk) , Switches (pallosi) , Macy Gray (a tratti ottimo soul, in generale troppo mainstream), DNA 2 (da Bologna, da ascoltare, Verdena style) , A Toys Orchestra (buon lavoro pop con echi Beatles) , Ulan Bator (ultra ostici), Freak Antoni/Alessandra Mostacci (un Cd avanguardista per uno dei pochi GRANDI dell’Italia in musica).
I nuovi brani di On Offs e Graham Day and the Gaolers su My Space, piccolo capolavori di ultra garage beat

Tutte le recensioni su http://www.radiocoop.it

Visto
“Femme fatale”
di Brian De Palma (Capolavoro)

Letto
Giancarlo Onorato “Il più dolce delitto” (Intenso, cupo, poetico, bello)
Dario Fo “Eloisa” (sempre un grande, vecchio Dario)
Roberto Saviano “Il contrario della morte” (uno dei nuovi grandi della letteratura italiana)
Fabio Volo “Dall’altra parte del binario” (banale e noioso)

Belle cose

Il libro “Uscito vivo dagli anni 80” ufficialmente disponibile dal 14 maggio per NdaPress.
Il RadioCoop UCP Basket Piacenza nei play off (ieri perso in casa gara 1 con Recanati…)
I lavori primaverile nell’orto e nei campi di Centenaro (imparato a tagliare con la falce..poi ho preso un decespugliatore…)

Cose
My Space a go go
www.myspace.com/tonyfacedrummer (il mio)
www.myspace.com/thesinnersaint ( quello di Lilith)
www.myspace.com/sgtpepperstributeitaly (tributo a Sgt. Peppers)

Ci mancava anche il Partito Democratico a distruggere la sinistra. Buonanotte………

Suoni
“I need somebody” + 4 inediti live è il primo singolo di Lilith and the Sinnersaints su Alpha South (
www.alphasouth.it)
Su
www.lilithandthesinnersaints.com e www.theblackladyalbum.blogspot.com tutte le info e le numerose recensioni (tutte buone, thanx) e interviste .
* Lilith and the Sinnersaints live a Fucecchio “Limonaia” (buon concerto) e sabato 5 maggio al “Gratis” di Senigallia (An), con in vista un paio di cose importanti per l’estate
* Il tributo a “Sgt Peppers” in dirittura d’arrivo e veramente figo (www.sgtpepperstribute.splinder.com)
* Pare esca il live del Link Quartet “Long live link” che è lì da anni in attesa di pubblicazione
* Discreta serata DJ a Piacenza con soul e rythm and blues only

“KEEP THE FAITH” alla grande con i contributi di Chris Philpott (Small World), Tony Perfect (Long Tall Shorty / Angelic Upstarts , Allan Crockford (JTQ/Prisoners/Solarflares/Stabilisers), Yo Kalb (Soulsnatchers) ,Adrian Holder (Moment) già arrivati, con quelli di Bart Mendoza (Manual Scan), Bob Manton e Syd Mc Gounden (Makin Time) in viaggio e gli altri in lavorazione.


Calcio
Scudetto meritato all’Inter, forza Manchester, il Piacenza alle soglie dei play off ne ha perse 5 su 6 e buonanotte, il Cagliari traballa sull’orlo della retrocessione
Il calcio moderno fa pietà !

In cantiere
L’usicta di “Sgt Peppers” (
www.sgtpepperstribute.splinder.com) ai primi di giugno , “Keep the faith”, Lilith and the Sinnersaints in studio per il nuovo album, raggiungere Punta Helbronner (m 3.462) sul Monte Bianco, un po’ di marce non competitive, l’uscita del libro e relative presentazioni (sdabato 19 maggio a Fidenza alla Libreria “La vecchia talpa” per incominciare)

giovedì, aprile 26, 2007

Sabato 28 aprile. Tony Face DJ set

Sabato sera dalle 23 al caffè letterario "Baciccia" di via Dionigi Carli (parallela a via Colombo) a Piacenza
Tony Face dj set

SOLO VINILE, solo dischi dal 1958 al 1975, solo con gente dalla pelle nera (o abbastanza scura) sulla copertina.

John Lee Hooker, Otis Rush, Temptations, Ray Charles, Aretha Franklin, Al Wilson, Jackie Wilson, Big Joe Turner, Fela Kuti, Miles Davis, Herbie Hancock, Impressions, Four Tops, Little Richard, Robert Gordon, Sly and the Family Stone, Gil Scott Heron, Gloria Jones, Arthur Conley etc etc etc.


lunedì, aprile 23, 2007

25 aprile


Dagli archivi sulla Lotta Partigiana a Piacenza.
I partigiani entrano a Piacenza (mio padre incluso)



25 APRILE 1945:
L’ITALIA CONQUISTA LA LIBERTÀ

Quando i primi partigiani scelsero la via della lotta e salirono sulle montagne per
combattere il nazifascismo, rischiarono e spesso offrirono la loro vita per affermare
i princìpi stessi sui quali costruire la convivenza civile: la libertà, l’uguaglianza, la
giustizia, la democrazia.

Il prezzo pagato fu altissimo: decine di migliaia di partigiani uccisi, feroci
rappresaglie contro la popolazione civile che sosteneva il movimento di Liberazione,
oltre 40 mila, tra cittadini e lavoratori, deportati nei campi di concentramento,
eccidi, come a Cefalonia, di soldati che rifiutarono di consegnarsi ai tedeschi, 600
mila militari internati in Germania, 87 mila militari caduti nella guerra di Liberazione.
Da quella lotta, che vide combattere fianco a fianco uomini e donne, operai e
intellettuali, contadini e liberi professionisti di diversa fede politica e religiosa,
nacque la nostra Costituzione.

Una Costituzione ancora attuale e vitale, fra le più avanzate tra quelle esistenti, non
a caso difesa dalla stragrande maggioranza dei cittadini italiani nel referendum del
giugno scorso, quando si cercò di snaturarne la sostanza ed i valori.
Ma, a sessantadue anni dal giorno della Liberazione, l’Italia sta correndo nuovi
pericoli. Non può essere, infatti, sottaciuto l’allarme per una ripresa del terrorismo,
un nemico da sempre della democrazia e delle libertà, che ha sempre visto in prima
fila per sradicarlo le forze democratiche antifasciste.

Permangono, d’altro canto, ancora oggi, i tentativi di sminuire e infangare la storia
della Resistenza, cercando di equiparare i “repubblichini”, sostenitori dei nazisti,
ai partigiani e ai combattenti degli eserciti alleati contro il nazifascismo a cui
dobbiamo in Europa la distruzione del regime del genocidio: un modo per intaccare
le ragioni stesse fondanti la nostra Repubblica.

Per questi motivi, per difendere nuovamente le conquiste della democrazia, il
25 APRILE, anniversario della Liberazione, assume il valore di una ricorrenza non
formale.
Il Comitato Antifascista e la Confederazione Italiana tra le Associazioni
Combattentistiche e Partigiane, nel ricordo dei caduti, si rivolge ai giovani, ai
democratici, agli antifascisti, per una mobilitazione straordinaria in tutto il Paese.
Il 25 Aprile è oggi una data più viva che mai, in grado di unire tutti gli italiani attorno
ai valori della democrazia.
Confederazione Italiana fra le Associazioni Combattentistiche e Partigiane
Fondazione Corpo Volontari della Libertà (CVL)
ANPI-FIAP-FIVL-ANPPIA-ANED-ANEI
DS-LA MARGHERITA-PRC-SDI-PdCI
CGIL-CISL-UIL-ACLI-Centro Puecher
Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo
per la difesa dell’ordine repubblicano

giovedì, aprile 19, 2007

Lilith and the Sinnersaints live a Fucecchio (Firenze)

Partecipa anche tu !
Alla fine DJ set di moi a base di Rythm and Blues and Soul and Roll

http://www.lilithandthesinnersaints.com

http://www.theblackladyalbum.blogspot.com


Volevano anche un premio ?


L'Europeo 2012 a Polonia e Ucraina. Italia delusa.
Ma cosa pretendevano anche un premio ?
Il calcio più corrotto e putrescente che ci sia in giro, con una classe arbitrale impresentabile, partite aggiustate, comprate, vendute (neanche un mese fa se le sono date di santa ragione tra Manfredonia e Ternana e tra Vicenza e Verona per accordi di pareggio non rispettati), una dirigenza piena di personaggi collusi, inquisiti, mediocri (a partire da Matarrese, Carraro, Abete), personaggi come Moggi ancora in circolazione a parlare a ruota libera e chi più ne ha più ne metta, la lista è lunga.
Ma stiamo scherzando ?
Non vivono mica tutti nella repubblica delle banane !!
Grazie a Platini e ai delegati UEFA per la serietà

lunedì, aprile 16, 2007

Ufo





L'Aeronautica: avvistati tre Ufo nel 2006
Difficile ostinarsi a pensare che siamo soli nell'Universo
Nella foto in alto il presunto alieno prelevato dal disco volante caduto nel 1947 in New Mexico

venerdì, aprile 13, 2007

Totò a 40 anni dalla scomparsa



«Sono ormai all'età in cui si tirano le somme, e io non ho fatto ancora nulla, sarei potuto diventare un grande attore, e invece su 100 e più film che ho girato, ne sono degni non più di cinque, ma anche fossi diventato un grande attore cosa sarebbe cambiato, noi attori siamo solo venditori di chiacchiere, un falegname vale certo più di noi, almeno il tavolino che fabbrica, resta nel tempo, dopo di lui, noi attori se abbiamo successo, duriamo massimo una generazione.»
Queta sua dichiarazione riassume come meglio non si potrebbe la carriera artistica di TOTO' forse l'attore più popolare e conosciuto in Italia in assoluto.
Costantemente riproposti in televisione i suoi film sono per lo più all'insegna della mediocrità e della banalità, ma nonostante ciò continuano a regalarci grandi momenti, grandi intuizioni e soprattutto una maschera d'attore inimitabile e insuperata.

Personalmente segnalerei come imperdibili:
"I soliti ignoti" di Monicelli del 1958 con Gassman, Mastroianni, la Cardinale e il grandissimo Tiberio Murgia
"Guardie e ladri" di Steno e Monicelli del 1951 con Aldo Fabrizi
"I due marescialli" di Corbucci del 1962 con un grande Vittorio De Sica
"Gli onorevoli" di Corbucci del 1963 in cui per la prima volta nella sua storia, il cinema italiano mette liberamente alla berlina i partiti e i politici. Con Gino Cervi, Franca Valeri , Peppino De Filippo.
Totò è Antonio La Trippa del famoso "Vota Antonio Vota Antonio"
"Uccellacci e uccellini" di Pasolini del 1966, un po' greve ma surreale
"Totò, Peppino e la malafemmina" con il famoso viaggio a Milano "noio vulevons savoir" e la lettera "veniamo noi con questa mia a dirvi, adirvi una parola, che scusate se sono poche ma 700 mila lire ;a noi ci fanno specie che quest'anno, una parola, c'e' stata una grande moria delle vacche come voi ben sapete "

martedì, aprile 10, 2007

Keep the Faith !! 3


Alla scoperta dei partecipanti a "Keep the faith ! " l'album d'esordio della
Tony Face Big Roll Band

Bob Manton (Purple Hearts)
Dopo Adrian Holder (ex Moment) protagonista dell'inedita "Harley Gnarley" e Tony Perfect dei Long Tall Shorty che rifà "Love is like an itching in my heart" delle Supremes (in entrambe con il sottoscritto alla batteria e Paolo Apollo Negri all'Hammond e tastiere varie), scopriamo un nuovo ospite di "Keep the faith" :
Bob Manton ex voce dei Purple Hearts
che reinterpreta "Hey Sha Lo Ney" (conosciuta nella versione degli Action ma qui riproposta in quella originale di Ricky Lee Lane che gira spesso nelle compilation northern e rythm and blues) .
A fianco della mia batteria i Temponauts (http://temponauts.blogspot.com) cui dedicheremo un post più avanti (interpreti anche di "Abba" dei Paragons che sarà cantata da Luca Re dei Sick Rose)

Nati come punk band con il nome di Sockets nel 1978, Jeff Shadbolt (Basso), Simon Stebbing (Chitarra), Bob Manton (Voce) & Gary Sparks (batteria), si trasformarono in PURPLE HEARTS nel 1979 sull'onda del mod revival, diventando una delle band storiche della scena mod di sempre.
Grazie ad un sound ruvido e grezzo conservato dall'esperienza punk ma messo al servizio di un pregevole gusto 60's, la band esordì con l'inno generazionale "Millions like us" nel 1979 (57° posto nelle charts inglesi) seguito da altri due brillanti 45, come "Frustration" e "Jimmy".
Nel 1980 l'eccellente album "Beat that!" consacrò i Purple Hearts tra le mod bands più rappresentative a fianco di Jam, Chords e Secret Affair.
Ancora un paio di buoni 45 e dal 1981 iniziarono una serie di problemi, brevi split, un buon album, "Pop-ish frenzy" nel 1986, preceduto dal rabbioso live "Head on collision time" del 1985 e nel 1986 con il singolo "Friends again" si chiuse la storia della band (riunitasi occasionalmente per concerti e brevi apparizioni).
Bob Manton realizzò anche un singolo solista nel 1981 "No trees in Brixton Prison", successivamente suonò con i Changelings, con i Lobster Quadrille, con Owen and the Deacons.
Ha recentemente realizzato un demo con i Marksmen vicino al sound dei Purple Hearts (ma ho trovato affinità con i primi Prisoners)

martedì, aprile 03, 2007

Bagnasco vergogna !



Il presidente della Cei monsignor Angelo Bagnasco è da ieri sotto la protezione della polizia.
Ieri mattina all'alba è comparsa sul portone centrale della cattedrale di San Lorenzo a Genova, la città dove Bagnasco è arcivescovo, una scritta a lettere cubitali tracciata con la vernice spray bianca: "Bagnasco vergogna", la risposta alle dichiarazioni dell'arcivescovo sui Dico, accostati all'incesto e alla pedofilia, che nei giorni scorsi avevano sollevato polemiche senza precedenti.
La scorta per una scritta .....
E la scorta ai magistrati minacciati dai mafiosi ? La protezione ai negozianti che si ribellano al pizzo ?
BAGNASCO VERGOGNA UNA , CENTO, MILLE VOLTE e per favore taccia per un po'....
Related Posts with Thumbnails